Documentario Cudine a Le Person dij Partigian

75-eccidio-di-Cudine---locandina-proiezione

 

Scarica il documento qui.

"L'Incontro" a Le Person dij Partigian con Bruno Segre: siate orgogliosi del vostro museo!

Sabato 26 ottobre 2019 "Le Person dij Partigian" hanno ospitato l'avvocato Bruno Segre - un "giovanotto" di 101 anni dalla memoria prodigiosa, che non si arrende e continua a lottare per la libertà e i diritti umani."L'Incontro" organizzato dalla Sezione Anpi "Giuseppe Ferrero", con il patrocinio comunale, é statotoccante anche per l'illustre ospite, che, visitando questi locali-prigione, dove i paracadutisti fascistidel battaglione "Nembo" tennero in ostaggio civili e partigiani, ha rivissuto la sua drammaticavicenda di antifascista raccontata nel memoriale "Quelli di via Asti – memorie di un detenuto nellecarceri fasciste nell’anno millenovecentoquarantaquattro (SEB27, 2013)."Voi sanmauriziesi - ha commentato Segre - siate orgogliosi di questo luogo, perché è un veromuseo della Resistenza che ne mantiene viva la memoria e per com'è organizzato fa invidia aTorino!".Poi, dialogando con il referente de "Le Person dij Partigian", Franco Brunetta, ha rievocato leesperienze politiche dei lunghi anni della sua vita di fronte a una folla di persone - tra cui PrimoAmadio, presidente della Sezione Anpi, e giovani studenti della media "Remmert" - che ha seguitocon molta attenzione le sue parole.Al termine dell'applaudita testimonianza l'avv. Segre, definito “l’uomo dei due secoli”, ha firmato ledediche sui suoi libri: “Non mi sono mai arreso” e “Quelli di via Asti”.

(fb)

 

 

Apertura de "Le Person dij Partigian" - Sabato 5 ottobre 2019

Logo Person Partigian

(le PRIGIONI dei PARTIGIANI)

 

Le PERSON dij PARTIGIAN (Le PRIGIONI dei PARTIGIANI)
luogo della memoria resistenziale tra i più significativi del Piemonte,

che conserva le tracce delle tragiche vicende che portarono alla conquista della libertà dal nazifascismo

e sito in Via Lodovico Bò 4 (Scuole Medie)

 

sarà aperto al pubblico,

con visita guidata gratuita

a cura della Sezione Anpi “Giuseppe Ferrero”
sabato 5 ottobre 2019, dalle 16,00 alle 18,00
(con turni d'ingresso alle 16 e alle 17)

 

Quella di sabato sarà l'ultima apertura con visita guidata del periodo maggio - ottobre 2019.

Dal mese di novembre il museo sarà fruibile al pubblico solo su prenotazione con un minimo di cinque persone.
Durante il percorso si potranno visitare le due mostre: "I volti" degli ostaggi detenuti e "Bataja - memorie visuali di un

partigiano artista".

Apertura de "Le Person dij Partigian" - Sabato 2 febbraio

Logo Person Partigian

(le PRIGIONI dei PARTIGIANI)

 

Apertura straordinaria

 

Come accade ormai da qualche anno in coincidenza con la commemorazione dei partigiani fucilati per rappresaglia a Caselle dai paracadutisti fascisti del Folgore 74 anni fa, sabato 2 febbraio dalle ore 15,00 alle 17,00 saranno accessibili - con visita guidata gratuita - "Le Person dij Partigian" (Le Prigioni dei Partigiani) in Via Lodovico Bò 4 (Scuole medie).

Sono gli scantinati-prigioni dove furono prelevati ben tre dei cinque partigiani fucilati il 1° febbraio 1945: Luigi Cafiero, Antonio Garbolino e Adolfo Praiotto.

Nel 74° anniversario del loro sacrificio la visita a questo luogo della memoria resistenziale ha il valore del ricordo e della gratitudine per il loro sacrificio.

 

 

 

Bataja - locandina

Bataja---locandina

 

Scarica il documento qui.