Apertura de "Le Person dij Partigian" sabato 6 ottobre

logo-transparent-web

Le PERSON dij PARTIGIAN (Le PRIGIONI dei PARTIGIANI)
luogo della memoria resistenziale tra i più significativi del Piemonte,
che conserva le tracce delle tragiche vicende che portarono alla conquista della libertà dal nazifascismo
é sito in Via Lodovico Bò 4 (Scuole Medie)


Sarà aperto al pubblico,
con visita guidata gratuita
a cura della Sezione Anpi “Giuseppe Ferrero”
sabato 6 ottobre, dalle 16,00 alle 18,00
(con turni d'ingresso alle 16 e alle 17)


Quella di sabato sarà l'ultima apertura con visita guidata del periodo maggio - ottobre 2018.
Dal mese di novembre il museo sarà fruibile al pubblico solo su prenotazione con un minimo di cinque persone.


Oltre a nuove acquisizioni, saranno esposte due mostre: "I volti" degli ostaggi detenuti e "Bataja - memorie visuali di unpartigiano artista".

75° eccidio al municipio di San Maurizio Canavese

 

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA

Ente Morale D.L. n. 224 del 5 aprile 1945

logo

SEZIONE "GIUSEPPE FERRERO"
San Maurizio Canavese (TO)
www.anpisanmauriziocanavese.it

 

 

75° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO AL MUNICIPIO DI SAN MAURIZIO CANAVESE

 

 

La Sezione A.N.P.I. "Giuseppe Ferrero" e l'Amministrazione comunale hanno organizzato per lunedì 11 febbraio 2019 la commemorazione dell’eccidio di tre cittadini, fucilati per rappresaglia davanti al municipio dai fascisti repubblicani 75 anni fa: Guido Berta, gerente del Caffè della Stazione, Carlo Savarro, segretario comunale e Giovanni Zoldan, il postino.

Per il paese l’11 febbraio 1944 fu uno dei giorni più tristi della sua storia recente. Quel dramma é ricordato da una lapide posta su una delle colonne del Palazzo Comunale, che induce a meditare sul sacrificio di questi tre stimati cittadini, uccisi per dare un esempio a chi osava ribellarsi.

La cerimonia inizierà alle ore 11,00 proprio in piazza del Municipio, dove avvenne l'eccidio, con un omaggio floreale alla lapide incisa con i loro tre nomi e una rievocazione storica del tragico fatto storico.

 

 

Il flebile filo della memoria - Domenica 27 gennaio 2019

A San Maurizio Canavese "IL FLEBILE FILO DELLA MEMORIA"

Uno spettacolo per il Giorno della Memoria

 

Domenica 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, la Sezione Anpi “Giuseppe Ferrero”, in collaborazione e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, proporrà lo spettacolo intitolato: "Il flebile filo della memoria" della Compagnia Teatrale Lontani dal Centro, per la regia di Fulvio Abbracciavento. Lo spettacolo tratta il tema terribile dello sterminio degli ebrei e della persecuzione di tutti gli oppositori del nazismo. Si tratta di una performance dal profondo impatto emotivo, che trasforma gli spettatori in protagonisti dell'azione scenica. L'appuntamento é per domenica 27 gennaio presso Le Person dij Partigian (Le Prigioni dei Partigiani) in Via Lodovico Bò 4 (scuole medie), alle ore 17,00. Lo spettacolo sarà replicato alle ore 18,00 e alle 19,00.

L'ingresso é gratuito, ma, poiché i posti sono limitati, é obbligatoria la prenotazione al n. 338.2978681.

In allegato la locandina dello spettacolo.


Il flebile filo della Memoria - Locandina San Maurizio 27.01.2019

 

Depliant le PERSON dij PARTIGIAN

lpdp - locandina lato a

 

lpdp - locandina lato b

Convegno sui luoghi della memoria del 24 - 25 maggio

24 - 25 maggio 2013 a Borgo San Dalmazzo e Cuneo si svolgerà il Convegno "Memoria fragile da conservare. I luoghi della deportazione e della Resistenza in Piemonte". L'evento é organizzato dall'Anpi Regionale del Piemonte, nell'ambito delle iniziative per il 70° Anniversario della Liberazione.

Al Convegno é stato invitato Franco Brunetta, che terrà una relazione dal titolo:

 

"le PERSON dij PARTIGIAN" a San Maurizio Canavese (TO) e altri luoghi della memoria resistenziale in Val di Lanzo: recupero e valorizzazione di un patrimonio storico

 

Abstract:

Da poco più di un anno, presso l’edificio scolastico di Via Lodovico Bò 4, a San Maurizio Canavese (Torino) sono state recuperate “le PERSON dij PARTIGIAN” (le PRIGIONI dei PARTIGIANI): gli scantinati usati come locali di detenzione da parte dei paracadutisti fascisti repubblicani del Battaglione “Nembo”.

L’intervento al Convegno mira a far conoscere un luogo simbolo sconosciuto della lotta partigiana, restituito ora alla memoria collettiva, con l’obiettivo più ampio di farlo diventare il primo tassello di un percorso della Resistenza in San Maurizio Canavese, al fine di valorizzare un autentico patrimonio storico che ancora sopravvive, soprattutto nel concentrico, e che conferisce al paese i tratti speciali di un museo diffuso.

L'esperienza sanmaurizieseé potenzialmente generalizzabile al più vasto territorio delle Valli di Lanzo, disseminato di tracce e segni epuò suggerire il recupero di altre significative testimonianze di quel periodo: dalla base dei "ribelli" di Piano Audi di Corio, all'ospedale partigiano di Margone in Val di Viù.

Un'idea progettuale utile per ravvivare una memoria che ci appartiene ed é indispensabile per la formazione di una coscienza civile e democratica dei giovani. (FB)

 

memoria fragile da conservare